Fedra by Lucio Anneo Seneca

Fedra by Lucio Anneo Seneca

autore:Lucio Anneo Seneca [Seneca, Lucio Anneo]
La lingua: spa
Format: epub
editore: RBA La Magrana
pubblicato: 2012-10-17T22:00:00+00:00


IPPOLITO

Dio degli dèi, e tu puoi ascoltare, puoi guardare questo, tu? Il cielo resta sereno: che cosa aspetti a scagliare la folgore con la tua mano spietata? Precipiti il cielo, sconvolto, nasconda la luce del giorno con nuvole nere, e le stelle, volte all'indietro, fuggano per traverse vie. E tu, Sole raggiante, signore del cielo, tu puoi guardarla, l'infamia della tua stirpe? Sprofondala, la luce, e sparisci nelle tenebre. Perché non colpisce, la tua destra? Perché, signore degli dèi e degli uomini, il mondo non brucia della tua folgore tripunte? Tuona contro di me, trafiggimi, inceneriscimi con la tua fiamma più veloce!... Sono colpevole, io, merito di morire. È me che ama la mia matrigna. Sono capace di un adulterio, io? Io, solo io, ti sembro facile materia per un delitto così? È questo il premio di una vita austera?... Tu superi in infamia tutta la razza delle donne. Tu hai tentato qualcosa di più turpe che quella genitrice di mostri. Tu sei peggio di lei. Si macchiò soltanto di un adulterio, lei, e nascose a lungo il suo delitto, sinché la tradì la forma mostruosa del figlio. Tu sei nata dallo stesso ventre... Felici, felici voi che l'odio o l'inganno ha bruciato, distrutto, gettato nella morte... Ti invidio, padre: costei è più infame della tua matrigna, Medea.



scaricare



Disconoscimento:
Questo sito non memorizza alcun file sul suo server. Abbiamo solo indice e link                                                  contenuto fornito da altri siti. Contatta i fornitori di contenuti per rimuovere eventuali contenuti di copyright e inviaci un'email. Cancelleremo immediatamente i collegamenti o il contenuto pertinenti.