Non è la fine del mondo by Alessia Gazzola

Non è la fine del mondo by Alessia Gazzola

autore:Alessia Gazzola
La lingua: ara
Format: azw3, mobi, epub
Tags: General, Fiction
ISBN: 9788858825259
editore: Feltrinelli Editore
pubblicato: 2016-05-24T22:00:00+00:00


19.

La tenace stagista e i voltagabbana

Tre giorni dopo, tuttavia, la scelta che dà gioia al solo pensarci non si è ancora resa manifesta, forse perché nel frattempo è arrivata madame Aubegny. Alta, avvizzita ma qui e lì rigenerata dal botox, impercettibilmente volgare e visibilmente pretenziosa. Come da sua richiesta, alloggia all’Hotel de Russie ed è una donna talmente bizzarra che ha rischiato la vita almeno tre volte perché l’avrei strozzata con le mie mani. Certi creativi andrebbero avvisati che il successo ha durata e significato effimeri e non dovrebbero approfittarsene. E qualcuno dovrebbe anche dir loro che con il karma non si scherza e che tirandotela così tanto ti finisce facile facile che nella prossima vita rinasci come moscerino della frutta.

La sua agente ci ha appena avvisati che nel pomeriggio e poi per cena ha degli appuntamenti privati di natura editoriale e almeno questo ci sgrava del fardello di occuparci di lei. Frattanto Manzelli, che di suo possiede una personalità tendente all’isterico, è irritabile e permaloso. Ha da ridire su tutti i preparativi del garden party e profetizza sciagure su ogni fronte. Il tutto perché, ogni volta che le rifila il contratto, la Aubegny svicola con un francesissimo après manger che lo sta sfinendo, perché mangiano ovunque, a tutte le ore, e però madame non ha ancora firmato.

Così sono libera di uscire prima dall’ufficio e andare a cena da Arabella, con un menu a base di sofficini e Coca Light.

Mia sorella sembra essersi sottoposta a quegli interventi chirurgici che ti levano un pezzo di stomaco e perdi peso in tempo record. Asciutta e smunta, un’aria infelice da madame Bovary e la stessa precaria volontà che palpita a tutti i venti. Controlla il cellulare in maniera ossessiva, aspettando un messaggio dal collega dell’ambasciata, ben felice che il marito sia fuori città per seguire un progetto in Toscana.

Dovrei quindi essere priva del senso della vista se non mi accorgessi che il visconte di Valmont è vivo e vegeto e continua a frapporre le sue insistenti attenzioni tra mia sorella e l’Orrido Cognato realizzando quel particolare dolorosissimo tipo di corna che la donna vive con fatale struggimento nel rifiuto di essere transitata dal ruolo di moglie perfetta a quello di lasciva traditrice, senza vie di mezzo. Perché in effetti, come darle torto sul fatto che non si può essere adultere a metà? Non posso che sperare che tutto passi molto presto, perché con certe discrasie non si viene a patti. Perché posso già prevedere che, anche quando tutto sarà finito, Arabella non potrà dimenticare. E lo so sulla mia pelle, perché ancora oggi la sensazione di essere stata una persona orribile che non riusciva a farsi il suo nido e per questo andava a ravanare in quello altrui non mi ha ancora abbandonata. Anche se poi le cose non sono così semplici da riassumere, né l’identità di una persona può essere definita solo da una scelta o dall’aver ceduto per una volta a quella propulsione verso l’errore che è propria dell’essere umano.

In un



scaricare



Disconoscimento:
Questo sito non memorizza alcun file sul suo server. Abbiamo solo indice e link                                                  contenuto fornito da altri siti. Contatta i fornitori di contenuti per rimuovere eventuali contenuti di copyright e inviaci un'email. Cancelleremo immediatamente i collegamenti o il contenuto pertinenti.