Peonia rossa by Lin Yutang

Peonia rossa by Lin Yutang

autore:Lin Yutang [Yutang, Lin]
La lingua: ita
Format: epub
editore: Club degli Editori
pubblicato: 1964-04-14T22:00:00+00:00


CAPITOLO SEDICESIMO

Come il profumo dei fiori inebria l’ape, la bellezza e l’intensità dei sentimenti di Peonia inebriò Mengchia dopo la lettura di questi appunti.

Qualsiasi cosa possano dire i cinici dell’amore, tutti i suoi valori erano mutati: i colori del mondo erano mutati per lui, perché aveva conosciuto l’amore di una donna. Non possiamo spiegare né giudicare ciò ch’egli fece quasi subito dopo l’abbandono di Peonia; possiamo solo esplorare. La musica della passione di Peonia era cessata per Mengchia, ma ne rimaneva l’eco. Si sarebbe detto che tutto il suo essere fosse una ferita aperta, sensibile al minimo tocco, anelante a qualcosa, a qualsiasi cosa, che placasse il pulsante dolore. Per quanto Peonia fosse stata crudele nel liberarsi di lui, e per quanto egli fosse guarito della propria struggente passione, la sua tenerezza per lei rimaneva, colorando ogni suo pensiero e ogni suo sentimento. Fino all’ultimo momento aveva sperato che durante la loro ultima notte insieme ella tornasse a lui, folle di passione com’era accaduto a Tunglu. Ma l’amore di Peonia era spento; di questo non si poteva dubitare. Al momento della separazione non aveva avuto lacrime, ma solo i sorrisi di una buona amica. La fiamma della passione si era Lin Yutang

195

1961 - Peonia Rossa

completamente esaurita. Eppure, Mengchia era certo che se Peonia avesse cambiato idea in quel momento, decidendo di rimanere con lui, tutte le corde del suo cuore avrebbero risposto con una risonanza mai sognata, come una”sinfonia temporaneamente interrotta che riprende. Ogni poro del suo essere si sarebbe aperto, accordandosi con ogni vibrazione della voce di lei e con la vista del suo viso e delle sue membra, unendoli una volta di più, elettricamente e inesplicabilmente.

La lettura del diario confermava una sola cosa, la sincerità della sofferenza di lei nello scoprire la morte del loro amore. Ma anche così ella sembrava terribilmente remota, per nulla simile a una donna viva e appassionata, ma simile piuttosto a un fiore il cui profumo velenoso avrebbe potuto distruggerlo, o distruggere qualsiasi altro uomo, se ella avesse voluto.

Una settimana dopo, Mengchia, mentre stava facendo colazione con Jasmine, le disse che sarebbe uscito. Poi cambiò idea e decise di coricarsi di nuovo. Jasmine non ne seppe nulla finché Chouma non venne ad informarla:”Il padrone è nella sua stanza, con la porta chiusa.”Jasmine si recò immediatamente da lui e constatò che la porta, effettivamente, era chiusa. Bussò piano e, udendo una fioca risposta, aprì con dolcezza. La stanza era buia; egli aveva chiuso la finestra a sud e solo una debole luce penetrava dalla finestra sul cortile. Le occorsero alcuni secondi per abituare gli occhi all’oscurità e per vederlo disteso sul letto, completamente vestito.

“Non ti senti bene?”gli domandò con una profonda preoccupazione nella voce.

“No, ho pensato soltanto di coricarmi un momento. Dopo un breve riposo starò benissimo.”

Jasmine si avvicinò e con dolcezza gli toccò la fronte. Ardeva. Gli prese la mano e gli senti il polso; le pulsazioni erano forti, ferme, ma irregolari.

“Dobbiamo mandare a chiamare un medico.”

“Non ce n’è alcun bisogno.”

“Sei molto malato, con la febbre alta.



scaricare



Disconoscimento:
Questo sito non memorizza alcun file sul suo server. Abbiamo solo indice e link                                                  contenuto fornito da altri siti. Contatta i fornitori di contenuti per rimuovere eventuali contenuti di copyright e inviaci un'email. Cancelleremo immediatamente i collegamenti o il contenuto pertinenti.