Urania 0304 - I Racconti Del Tempo by John Wyndham

Urania 0304 - I Racconti Del Tempo by John Wyndham

autore:John Wyndham [Wyndham, John]
La lingua: ita
Format: epub
Tags: PIPPO
editore: Mondadori
pubblicato: 2012-07-22T16:31:48+00:00


Ricadde a sedere, mi studiò di nuovo con aria molto attenta. Il cipiglio ritornò.

- No - dichiarò alla fine -proprio non credo di capire. Almeno... spero proprio di no... - E continuò a esaminarmi, con aria sempre più incerta, mi parve.

Quando si chiede comprensione, è difficile avviare il discorso su un tono impersonale; ma quando si ignora se il modo migliore per incominciare sia "mia cara" ο "tesoro", ο qualche altra variante del genere, e se sia il caso di usare il nome, ο un diminutivo, ο un nomignolo affettuoso, allora il cammino si fa veramente impervio. Senza contare che ci trovavamo su due piani completamente diversi.

- Ottilia, tesoro - tentai... e naturalmente usai un appellativo molto insolito, perché per un attimo la vidi sbarrare gli occhi. Comunque, continuai: -Non si tratta di quello che credi tu... tutt* altro. E'... be', è che in un certo senso io non sono più la stessa persona...

Aveva ritrovato il dominio di sé, nel frattempo.

- Caso strano, è un pezzo che me ne sono accorta - replicò. - E posso ricordarti che questo l'hai già detto in altre occasioni, ripetute volte. D'accordo, posso continuare io, se vuoi: non sei più la stessa persona che io ho sposato, perciò vorresti divorziare... ο forse hai paura che il marito di Dickie vada a denunciarti, stavolta? Oh, Diol Come sono stanca di questa solfa...

- Ma no, ma no - protestai, disperato. - Non si tratta di niente del genere. Un po' di pazienza, ti prego. E' una cosa tremendamente difficile da spiegare... - . Tacqui, e la guardai. Ma questo non migliorò affatto le cose. Al contrario, ci allontanò più che mai dal processo razionale. Lei se ne stava là, e mi fissava con quel mezzo cipiglio, ma ora sembrava più a disagio che dispiaciuta.

- Ti è successo qualcosa... - disse.

- E1 proprio quello che sto cercando di dirti - confermai, ma non credo che lei sentisse. I òuoì occhi si dilatavano sempre più. D'improvviso, evitò il mio sguardo.

- Noi - disse. - Oh, no! -Pareva sul punto di piangere, e cominciò a torcersi le mani abbandonate in grembo. Bisbigliò a mezza voce: - Oh, no!... No, Signore, per carità! Non torniamo da capo... Non ho sofferto abbastanza?... Non voglio... Non voglio...!

Poi balzò in piedi, e prima che potessi alzarmi dalla sedia, era fuggita dalla stanza...

Colin Trafford tacque, accese una sigaretta, e aspirò qualche boccata prima di continuare.

Finalmente, si scosse e riprese: - Naturalmente avrete già capito, ormai, che Ottilia Trafford era nata Ottilia Harshom. L'anno di nascita era il 1928, e il matrimonio con quell'altro Colin Trafford era stato celebrato nel 1949. Il padre di Ottilia era morto in un incidente aereo nel 1938... e non ricordo d'aver mai sentito come era il suo nome di battesimo. Purtroppo, tante altre cose non so, oltre questa. Certo, se avessi immaginato che d'improvviso mi sarei ritrovato quello di una volta, avrei cercato di farmi dire maggiori particolari. Ma chi andava a pensarlo... D'accordo, era accaduto qualcosa di molto strano, ma non era un motivo per supporre che il fenomeno si sarebbe ripetuto.



scaricare



Disconoscimento:
Questo sito non memorizza alcun file sul suo server. Abbiamo solo indice e link                                                  contenuto fornito da altri siti. Contatta i fornitori di contenuti per rimuovere eventuali contenuti di copyright e inviaci un'email. Cancelleremo immediatamente i collegamenti o il contenuto pertinenti.