Kage Baker by Mendoza A Hollywood (Ita Libro)

Kage Baker by Mendoza A Hollywood (Ita Libro)

autore:Mendoza A Hollywood (Ita Libro)
La lingua: it
Format: mobi, epub
pubblicato: 2014-06-26T10:46:17+00:00


13

Per prepararci ci bastò una settimana durante la quale il nostro ospite divenne sempre più forte. Nonostante l'opposizione di Imarte, Tomas sistemò un bersaglio su un albero e cominciò a fare pratica. Juan Bautista cercò di convincerlo ad andare a casa, ma non si poteva discutere con quel ragazzo: non appena si sentì abbastanza bene, cominciò a pensare di prendere una diligenza per Calabasas, famosa per la sua popolazione di banditi, per vedere se Porfirio si fosse nascosto laggiù. Poi, quando Tomas fu di nuovo in grado di cavalcare, un giorno Einar risalì al galoppo il canyon.

– Ehi! Amigo! – lo chiamò in uno crudo spagnolo del Texas. Il ragazzo si voltò. Stava facendo tiro al bersaglio. – Sì, tu. Credo di aver finalmente avuto una dritta decisiva su quel buono a nulla che ha assassinato il tuo papà.

Sembra che si sia imbucato a non più di otto chilometri da qui. Vuoi che andiamo a vedere se riusciamo a prenderlo?

Io alzai lo sguardo dal fuoco per osservare la reazione del ragazzo. Era come paralizzato, i suoi occhi scuri erano diventati enormi. Con un movimento lento e deliberato rimise la pistola nella fondina. – Sareste così gentile da prestarmi un cavallo, señor?

– Dagli un cavallo, Juanito – rispose Einar.

Juan Bautista deglutì a fatica. – Non devi farlo – supplicò Tomas. – Pensa a come ti sentirai male dopo.

– No. Se riuscirò a chiudere questa storia sarò finalmente libero – gli rispose il ragazzo.

E così J.B. gli portò il cavallo, con sella e briglie. Tomas vi salì con fatica.

Lassù sembrava malato e debole.

Einar gli tolse la pistola dalla fondina. Fece girare il caricatore. – Non ti sarà molto utile se non la ricarichi, ragazzo. Ecco, prendi la mia – gli passò l'arma caricata a salve, e io scambiai uno sguardo nervoso con Juan Bautista.

La prima scena della nostra recita si era conclusa.

Tomas s'infilò la pistola nella cintura e inspirò profondamente. – Andiamo, señor. Portatemi da quel figlio di puttana assassino.

Juan Bautista li osservò andarsene, torcendosi le mani. – Devo andare con lui – disse, e corse verso la stalla, dalla quale emerse un istante più tardi con un altro cavallo.

Lo raggiunsi mentre stava salendo in sella. – Portami con te. Non voglio perdermi una scena simile.

Mi tese la mano e io saltai dietro di lui, proprio mentre Imarte usciva dalla locanda. – Cosa sta succedendo? È cominciato? Non ditemi che se ne sono andati...

– Ti faremo sapere come va a finire – gridai mentre galoppavamo via.

Seguimmo le nuvole di polvere che si dirigevano a nord attraverso il passo, su per Dark Canyon, e poi risalimmo verso Cahuenga Peak.

Trovammo i due cavalli legati a una quercia. Proprio sopra una cresta, intenti a scrutare in un burrone sottostante, c'erano Einar e Tomas. Juan Bautista spronò il nostro cavallo.

Porfirio non faceva nulla per nascondersi. C'era un sottile filo di fumo: aveva acceso un falò per cucinare.

– Lassù – dissi, indicando a destra. Da lì avremmo potuto avere una vista migliore. Juan Bautista esitò, poi girò il cavallo e salimmo in fretta verso la cima della collina, sbirciando attraverso le querce.



scaricare



Disconoscimento:
Questo sito non memorizza alcun file sul suo server. Abbiamo solo indice e link                                                  contenuto fornito da altri siti. Contatta i fornitori di contenuti per rimuovere eventuali contenuti di copyright e inviaci un'email. Cancelleremo immediatamente i collegamenti o il contenuto pertinenti.